Insalata di cavolo verza con sgombro e mandorle

Mi ero preparata questo piccolo post per cominciare una rubrica dedicata ai pranzi in ufficio, convinta che, essendo breve e semplice la ricetta, sarei riuscita a mantenere la mia promessa con me stessa: almeno un post a settimana! E poi … la settimana è volata, tra super-lavoro, serate con amici e molta stanchezza … ma la nuova rubrica comincia comunque, seppur con ritardo, per parlare di questa barbara e indispensabile abitudine che sono i pranzi da portare in ufficio: si corre sempre il rischio di versare oli e quant’altro nella borsetta del pranzo, si riscaldano sui termosifoni, si consumano a tempo di record, ma restano l’unico modo per A) non spendere un patrimonio e B) cercare di mangiare un po’ più sano senza ricorrere al “paninazzo” che ti resta sullo stomaco tutto il pomeriggio.

Questa insalata nasce come pranzo appetitoso, ma dietetico, sia per l’apporto di calorie non elevato, sia perché il cavolo verza, consumato crudo, oltre ad essere ricchissimo di vitamine, dà anche una notevole sensazione di sazietà (e si mastica a lungo, altro che pranzi trangugiati in 2 minuti!). Lo sgombro sott’olio, poi, ha meno calorie del tonno (a me piace anche di più come sapore) ed è più ricco di omega 3.

Ecco gli ingredienti e la ricetta:

ingredienti-insalataper una persona (che tristezza i pranzi in ufficio!!!):

1/8 di cavolo verza (non l’ho pesato, purtroppo, sarà stato circa 150 gr)
100 gr di sgombro in scatola sott’olio (ben sgocciolato)
25 gr di mandorle pelate
per la vinaigrette: olio evo, limone (secondo il proprio gusto, io ho utilizzato il succo di mezzo limone), senape (a me piace molto e ne ho emulsionato 1 cucchiaino abbondante), non ho aggiunto sale.

Sulla preparazione non c’è molto da dire: il cavolo verza andrebbe tagliato a listarelle molto mandorle-da-tritaresottili (insomma, non come ho fatto io :)), visto che rimane ben croccante, le mandorle vanno tritate grossolanamente (io ho usato uno vinaigrettedegli “ultimi arrivati” nella mia cucina: il tritatutto Finecut della Fissler), il condimento va ben mescolato emulsionando per bene la senape, lo sgombro si sgocciola e si poggia sopra!

Facile e veloce, un pranzo in ufficio gustoso, con il giusto apporto calorico (siamo sulle 450 calorie), ottimi valori nutrizionali e un po’ diverso dal solito 🙂

insalata-pronta

P.S.: da notare l’eleganza dell’impiattamento, tupperware a prova di perdita!


9 pensieri su “Insalata di cavolo verza con sgombro e mandorle”

      1. Dal momento che la sto mangiando adesso ti posso dire che è venuta molto leggera e “limonosa” (ho abbondato un po’ per dare il sapore che mancava dato dalla senape).
        La senape ci sta sicuramente bene e la prossima volta rimedierò, però anche l’aggiunta del pistacchio ha il suo perchè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *